PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Mosaico deserto non ebbe mai fine

Vidi
con gli occhi
di un vecchio cammello
ingobbito
dagli anni

il deserto come un cammeo di libertà

gli uomini come un interminabile satirico deserto

non ci fu verso di attraversarlo mio Caro Petronio neanche pavimentandolo con mosaici celesti e bianche moschee illuminate dal petrolio

Eccidio suicidio omicidio sono una falsa rima di Dio

 

5
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosanna gazzaniga il 16/09/2012 09:24
    Una immensa poesia dal sapore ermetico! Il deserto come mezzo e metafora per il riscatto dalla miseria e l'utopia di una libertà che non sarà mai raggiunta... Incantata da questi bellissimi versi. Complimentissimi!
  • Rocco Michele LETTINI il 13/09/2012 08:37
    Come lo tuo odierno verseggio... immortale nel tempo...
    MAGISTRALE COME SEMPRE... IL MIO ENCOMIO VINCE'

6 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 15/09/2012 12:58
    "Sono una falsa rima di Dio".. Mi piace molto questa frase, davvero..
  • karen tognini il 15/09/2012 07:33
    Sei unico.. scrivi divinamente...

    versi profondi raccontano quanto l'uomo è misero e limitato...
  • Anonimo il 14/09/2012 23:07
    UNa vicenda umana egregiamente descritta. Complimenti.
  • Don Pompeo Mongiello il 14/09/2012 10:47
    Un serto di lauro per questa tua straordinaria davvero!
  • Anonimo il 13/09/2012 21:05
    Caspita Vincé hai fatto una sintesi di storia umana con pochissimi versi!
    In essi ci riscopro il cammino di sofferenza dell'uomo; la sofferenza infinita come fosse un premio o un traguardo di consolazione; le verità morali come finzioni sceniche di questo tatro in cui, con nomi dsiversi, viene attribuita la stessa sostanza che poi si traduce nella mancanza d'amore per i propri simili.
    Bravissimo Vincé!
  • Anonimo il 13/09/2012 20:07
    complimenti una chiusa intensa sentita e vera...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0