accedi   |   crea nuovo account

la mia moto

Veloce scivola via il mondo,
mentre le lunghe ombre della sera giocano col sole,
in un perenne avvicendarsi senza fine,
seguendo il rabbioso urlo del motore
che scarica tutta la sua ribellione sotto di me.

Non un pensiero ad offuscarmi la mente,
non un' emozione a risvegliare ansie represse.

Nulla!

Solo io e la mia moto.

Solo io ed un mondo sconosciuto da sorvolare con le magiche ali della libertà.

Potrei andare ovunque!

Seguire le mistiche rotte migratorie o ripercorrere le magiche vie della seta,
potrei inoltrarmi negli aspri territori del West,
o tuffarmi nell'immensa solitudine di deserti assolati.

Potrei semplicemente correre da te,
alla disperata ricerca di un amore che solo tu sai darmi,
di una felicità che è più grande del mio senso di libertà.

Solo io e la mia moto.

Due universi distinti lontani nella loro complessità,
due entità opposte per logica e natura,
eppure così unite in un unico immenso desiderio
di libertà che prepotente giustifica il nostro esistere.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0