accedi   |   crea nuovo account

auguri

Non voglio pensarci, fuggire,
non voglio pensarci, eppure...
momenti felici ci sono,
nascosti nei cassetti della memoria,
chiudere gli occhi e come in un film
rivivere i miei quarant’anni,
L’adolescenza piena di curiosità,
i primi rossori per i compagni,
le prime scoperte, i primi baci.
Signorina, diplomata piena di sogni,
pronta allo scontro con la vita,
dura battaglia, delusioni, rivincite,
voglia di combattere sola contro tutti.
Amori finiti, ma anche giorni da ricordare,
come pure dimenticare, è la vita.
Non sei mai sola, un padre, una madre,
un fratello, la gioia di un nipotino,
un amico, due amici, tre amici,
e se ascolti bene c’è anche il suo miagolio.
Auguri, fammi un sorriso, auspicio
di una serenità ritrovata,
auguri, un capitolo nuovo si apre,
ed è in questo che ti auguro di scriver
i tuoi sogni.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0