accedi   |   crea nuovo account

Ed un giorno Barbara mi scrisse

"Son cariche le ali degli angeli.
E tu Non potresti d'amore
scrivere bene così..
se non fosse il pennino intinto
nell'inchiostro del tuo cuore"
Così mi scrisse una notte Barbara,
gettando un doblone d'oro
nel fresco lago del mattino.
Cerchi concentrici avvolsero
i miei sensi d'amico e di poeta.
Un piccolo attentato all'umiltà
profondamente vissuta
con naturalezza dalla mia anima.
Ti ringrazio dolce poetessa mia!

 

4
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 15/09/2012 10:16
    Dedica lodevole nella sua animosità...
    IL MIO PLAUSO AURO... CIAO

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 15/09/2012 19:15
    molto dolce bravo amicuzzu
  • Grazia Denaro il 15/09/2012 18:54
    Una lirica evocativa che descrive il tuo apprezzamento per il comportamento di Barbara, versi apprezzati!
  • Anonimo il 15/09/2012 18:50
    Un uomo amato è un nuomo ricco! E tu sei già ricco dentro quindi immagino la tua gioia percepita nel leggere ciò che Barbara ti ha offerto! tvb - Anna Rita Iotti -
  • Simone il 15/09/2012 14:58
    molto bella e intensa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0