accedi   |   crea nuovo account

Verdolina

Da qualche giorno nel mio balcone, sento gracidare una rana.
Impossibile esclamo io!
Non può essere una rana come fa a salire così in alto?
È dall'oggi, è dai domani il gracidare era sempre più insistente.
Guardo e riguardo nei vasi dei fiori, nulla!
Non riuscivo a localizzarla.
Per qualche giorno non sentii più gracidare, " Mi rassegnai".
"Va Be." forse mi sarò sbagliata! è impossibile ma una rana qui!
Un bel dì, la vidi per terra nel balcone,
era davvero una rana vede carinissima.
Ecco il perché non la vedevo, si mimetizzava con le foglie.
Le fece fare un gran balzo giù nel prato.
Per due giorni tutto tace,
Ed eccola ritornata,
Mi domando com'è, ha potuto risalire fino al balcone?
E non solo! È andata nella stessa pianta
E sorprendente, così la ributtai giù per la terza, e quarta volta.
Ma! Eccola nuovamente Lì e sempre nella medesima pianta.
Alla fine decise di adottarla,
Adesso, guai chi mi tocca la mia verdolina.

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 17/09/2012 23:51
    Ma la rana sono io, non hai capito? A parte gli scherzi componimento divertente e delicato, piaciuto assai. Spontaneo, vero e scritto con simpatia e delicatezza. Piaicuto. Craa!
  • Rocco Michele LETTINI il 17/09/2012 22:53
    Una favola... o un amore nato per caso mirabilmente versicolato?
    LA MIA LODE ANNA

2 commenti:

  • Anna Raccardi il 18/09/2012 05:29
    RAFFAELE accipicchia tu ti credi di essere una rana? scherzo grazie mille buona giornata
  • Anna Raccardi il 18/09/2012 05:27
    Rocco grazie è una favola si è molto carina