PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La strada

Dinanzi,
nello sguardo perso nell'anima altrui
sfiorando con le labbra ogni lembo,
di odori trasportati dal vento mai dimenticati...

Apparir chi eravamo,
nell'attimo infinito trascorso
nell'eco assordante del tuo bacio,
che veemente si e' incuneato in me...

Folla malsana scorsi,
che traspare dritta
occludendo alla mente il tuo veder,
fortemente viva nell'anima mia...

Cammino per amar ancora,
sfiorando furtivo all'occhio
labbra assolate dall'amor mio,
trovando chi eravamo...

Due anime perse nell'oblio dell'infinito... Amandoci semplicemente...

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 20/09/2012 14:51
    La strada, quella dell'amore! Bella chiusa.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/09/2012 15:42
    È tutto diligentemente sottolineato ne lo pregevole verso di chiusa...
    IL MIO ELOGIO MAURIZIO

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0