accedi   |   crea nuovo account

Passato

Nei pertugi umidi e bui
nell'iride riflessa di uno specchio annerito,
nell'incavo delicato del palmo,
quello stesso che intrecciavi al mio

Nel tragitto a senso unico...
privo dell'illuminazione d'intermittenti lampioni,
nella strada impolverata della mia anima
solcata dalle orme definite delle tue labbra

Comprenderò il significato d'amare...
mentre la melodia delicata del pianoforte che tanto amavi,
ritorna come una mareggiata invadente
nell'abisso profondo del vuoto lasciato e mai colmato

Ci troveremo ancora un giorno non lontano
unendo corpi bramosi e anime incomplete,
che amalgamandosi in un'unica forma
tramuteranno quel passato sfocato nel presente più palpabile

Il futuro è un'immacolata tela...

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 21/09/2012 15:37
    LIBERA INTERPRETAZIONE DI UN VERSEGGIO ELOQUENTE PER CONTENUTO E ARMONIA DEL VERSO...
    MIRABILE IL VERSO DI CHIUSA...
    IL MIO
    ELISABETTA

4 commenti:

  • Anonimo il 23/09/2012 11:53
    Bei versi, significativi, profondi. Il passato si sa, è il futuro che è ... bianco..., la speranza, che cosa ci aspetta, un grosso interrogativo. Mi piace... bramosi. Tra le poesie del mio libro ce n'è una dal titolo - Bramosia -
  • elisabetta il 22/09/2012 20:25
    Esatto Gianni, in modo che possiamo rimirarlo ricordando cos' è avvenuto in modo da poter meglio comprendere noi stessi... il lavoro più impegnativo
  • elisabetta il 22/09/2012 20:24
    Buona sera Rocco e grazie per il tuo apprezzamento
  • Gianni Spadavecchia il 22/09/2012 13:31
    Il futuro, un'immacolata tela. Il passato invece un disegno già colorato e appeso alla parete della vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0