PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sei arrivato

Ti ho visto
Non ci avevo fatto caso prima
Ti ho sentito
ti ho incontrato lungo la strada
Nell'aria che è diventata un respiro lieve
Un vento freddo appena accennato
Nel sole che si è calmato
Ha accorciato il suo percorso
Non gioco più
E Si è allontanato
Tra il rosso di bacche accese
Tra timide e impaurite voglie
Cespugli e alberi Che stanno perdendo foglie
Paure Mosse dal vento come capelli
Negli ultimi voli di rondini ribelli
nel manifesto sbiadito di un circo
Nel mare che ha alzato la voce
Nel giorno che ha abbassato la luce
Negli occhi di un cielo che ormai si è rassegnato
Ad aspettare sempre Cosa non si sa
Sei già qui hai riempito il bicchiere
Non mi ero ancora accorta
Una ruga in più...
Autunno... Sei arrivato

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/09/2012 15:57
    UN NITIDO PAESAGGIO AUTUNNALE... IL MIO ELOGIO LAURA
  • Antonio Garganese il 23/09/2012 14:26
    Un'attenta osservazione dell'ambiente circostante dice che sta arrivando una nuova stagione. Cambia il tempo, forse l'umore, ma no!
    Da me fa ancora caldo.

2 commenti:

  • Grazia Denaro il 23/09/2012 16:49
    Una lirica dell'autunno descritta con versi scorrevoli e piena di metafore, molto notevole, apprezzata!
  • Anonimo il 23/09/2012 16:15
    bellissima... metafore appropriate una osservazione con dovizia di particolari dell'arrivo dell'autunno... bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0