accedi   |   crea nuovo account

Cielo

Guardo il cielo dal basso verso l'alto
perpendicolare
che la luce non v'entri
per vestirlo a suo modo
Quell'istante ora esiste per sempre
e poi ancora e poi ancora
uguale diverso eterno infinito
Lo sguardo che carda il vapore di lana
arieggia di vento
sublima le ore
offre in altare il tempo al tempo

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • mariateresa morry il 18/10/2012 14:30
    MOlto interessante ed intrispettiva questa tua Giuseppe. È un dialogo silenzioso solo tra te e la vastità abissale dell'alto. C'è un senso di santità, di vastità che non umilia l'uomo ma lo avvolge tutto. Molto bella, davvero. Si sente che il cielo tu lo hai fissato a lungo, intimmamente...
  • Giuseppe Amato il 17/10/2012 18:54
    Grazie Mario, non mi aspettavo un commento tanto partecipato!!!!
  • mario durante il 17/10/2012 12:44
    Bella, bellissima, sublime.
    Da ricordare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0