username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Preghiera nei momenti difficili

cosa ne sarà di me
se non avrò più voli di rondini
negli occhi e foglie verdi
cuori di maggio, nell'anima?

Cosa ne sarà di me
se non riuscirò a vincere
questa angoscia che m'opprime

questo dolore che incurva le spalle
sotto il peso di eventi spiacevoli
a susseguirsi uno dietro l'altro?

Signore ti prego, aiutami!

Dissipa la nebbia dagli occhi
e regalami l'azzurro mare
della quiete... liberami!

Mutami in falce
e taglierò le erbe amare,
strappami di dosso
vestiti di paura!

Resterò nuda
fra le ortensie e l'altalena
e suonerà rintocchi di vera letizia
il mio giorno di campane.

 

3
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ignazio de michele il 26/09/2012 20:25
    Prece, che scaturisce dal profondo dell'animo di questa Autrice che disegna il proprio pensiero con ottime stesure che rappresentano gli stati d'animo di ognuno di Noi... complimenti
  • stelsamo il 26/09/2012 11:16
    Nei momenti di difficoltà, in molti ci poniamo questa domanda: "che ne sarà di me?" e ci si rivolge a Dio, giacché pensiamo di non avere la forza per affrontare le angustie della vita, non tanto perché dalle angustie ci liberi, quanto piuttosto perché ci dia la forza necessaria per affrontarle e superarle!
  • Antonio Garganese il 25/09/2012 17:55
    Domanda esistenziale cui non c'è risposta, possiamo solo sperare di non soffrire più. Bella davvero.
  • Rocco Michele LETTINI il 25/09/2012 17:42
    Una preghiera dal cuore mirabilmente recitata...
    Che ne sarà di me?... È l'interrogativo che in tanti ci poniamo... GIUSTAMENTE... Signore ti prego, aiutami!
    IL MIO ELOGIO LORY

5 commenti:

  • Fabio Mancini il 30/09/2012 17:21
    Il tuo stile si è ingentilito e le metafore hanno preso il sopravvento rispetto al linguaggio diretto. Una preghiera però è sempre una invocazione e l'estetica dovrebbe passare in secondo piano, rispetto al contenuto. La tua forma però è bella ed elegante al punto tale che viene istintivo trascurare il messaggio trasmesso. Mi piace oltretutto quella nudità che sei disposta a mostrare e che costituisce, secondo me, un tentativo di mostrarsi senza falsi imbarazzi e finzioni alla Verità assoluta, davanti alla quale tutti dovremmo mostrarci nudi e che mi ricorda la semplicità, l'essenzialità e la nudità francescana rispetto all'amore per il denaro e per le cose belle del mondo ben rappresentati da Pietro Bernardone, padre naturale di San Francesco d'Assisi. Non ci vedo quindi né una sensualità tentatrice, né mutande calate secondo il protagonismo imperante della donna seduttrice. Bella preghiera e splendida poesia. Fabio.
  • Anonimo il 28/09/2012 14:47
    La Preghiera, sempre; ma, nei momenti difficili della nostra Vita, nei periodi bui della nostra esistenza, solo, e, più, che, mai, La Preghiera ci dà la Forza. La Fede. Teniamo, sempre, con noi, Dio.
  • Don Pompeo Mongiello il 28/09/2012 06:27
    Un plauso dovuto per questa tua eccezionale davvero!
  • stelsamo il 26/09/2012 11:18
    Bellissima preghiera, recitata col cuore e nella quale anch'io, mi sono ritrovata tante volte! Bel poetare intriso di bei sentimenti, complimenti!
  • Anonimo il 25/09/2012 23:16
    Amica mia, se resterai nuda vorrà dire che ti avrà strappato pure le mutande...
    Bravissima Lor!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0