PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al di qua del burqa

La vision del sole,
alle sue creature
Dio può forse negare?

Come posson, allor,
esseri imperfetti,
diritto arrogarsi
alla vista di negar,
del ciel, l'altra metà?

Dietro adespoti veli neri
nascondon essi,
femminei volti e corpi
e negandone il colore,
alla vita tolgono il sapore
e con esso negan libertà,
calpestan dignità
ed individualità cancellano
per sempre!

Al di qua del burqa
non v'è più niente!

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rescaldani franco il 18/10/2012 08:04
    Lodevole la strofa di chiusa.

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 25/09/2012 20:01
    non è solo il vestiario, è che fino a che è durato il regime talebano, alle donne era vietato andare a scuola, bel testo complimenti
  • stelsamo il 25/09/2012 17:45
    Questa poesia s'intitola Al di qua del burqa, perchè la visione è di chi guarda il burqa dal di fuori e vedendo solo il burqa, non vede null'altro, rappresentando esso la negazione della totalità.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0