accedi   |   crea nuovo account

Desaparecido

Nulla di mal ch'io sappia
ebbi verso di lei compier l'ardire.
Eppur son più che lustri
anni son tanti ch'ella ma fatto scomparire
si che io fossi
l'ancora che il vascello
trattien fermo a lo molo.
Ei fù decisa nell'intento suo
e fui sul fondo
ignaro e trapassato
calai giù nel profondo
Morto
nello grande mar
del tempo andato.
E morte mia fu da condannato
colpa del pensier suo
ne li mia confronti.
E peggio fu
senza veder davanti.
Decisa
come una lama che affonda nelle carni.
Persin da morto senza una tomba
tutto buttò
a mar nel fondo
anche quel tempo ove io esistetti.
Lei nulla saprà di ciò
se non che colpa male inferta
poi la si piglia
un dì nel tempo.
Il mar profondo giustizia rende
anche allo morto.

 

l'autore rescaldani franco ha riportato queste note sull'opera

la giustizia non appartiene ad alcuno e ad alcuno è concesso giustiziare.


2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 30/07/2015 17:08
    A postum, nell'apprezzare questa tua prego per l'anima tua.

3 commenti:

  • rescaldani franco il 26/09/2012 21:20
    con VINCENZO, la dedichiamo a TUTTI lo DESAPARECIDO!
    grazie!
  • Vincenzo Capitanucci il 26/09/2012 11:39
    La vita rende giustizia... nessun uomo può farlo...

    Molto bella... Franco... dedicata a Tutti lo Desaparecido..

    ... anni son tanti ch'ella ma fatto scomparire
    si che io fossi
    l'ancora che il vascello
    trattien fermo a lo molo...
  • loretta margherita citarei il 26/09/2012 05:33
    apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0