PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ventuno Settembre

Primo giorno d'Autunno!

Nel blu
si rincorrono
gonfie nuvole.
Come aquiloni,
giocano nel vento
disegnando
strane e buffe forme.
Cangianti colori
al riverbero del sole.

Penso pioverà!

L'afa persistente
di questa lunga Estate,
verrà spazzata
da scrosci di freschezza;
che bellezza.
Stanotte metteremo
la trapunta leggera
sul letto.

Ci toccheremo,
en passant,
senza sudare.

L'afa Estiva,
dopo gli... anta,
rallenta gli ormoni,
gli ardori
vanno in vacanza;
l'aria condizionata
non è che aiuti
più di tanto.
A me, poi,
gela l'Uccello.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/10/2012 07:13
    Bel modo di poetare, guastato un poco alla chiusa con una parolaccia. Comunque complimenti!
  • franco buniotto il 27/09/2012 19:40
    Hai ragione quando dici che dopo gli ottanta l'aria condizionata gela l'uccello. Ma per fortuna dopo l'estate arriva l'autunno. Molto apprezzata. ***** Franco

1 commenti:

  • Anonimo il 30/09/2012 09:48
    molto bella ed ironica... letta volentieri, e come dice franco... per fortuna che l'autunno arriva... un caro saluto ezio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0