accedi   |   crea nuovo account

Quando la satira finisce

La vita è un'opportunità
sopprimila.

La poesia è consolazione
fottila.

L'amicizia è un valore aggiunto
vendila.

L'intelligenza è un dono
regalala.

Se vivi in Italia
tutto questo
non serve
disfatene
basta avere un bel culo
faccia tosta
stomaco forte
e tanta
ma proprio tanta pazienza!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 29/09/2012 12:47
    Condivido quanto dici ma i toni usati non mi piacciono e mi chiedo perché non provare ad invertire la tendenza? Sono certo che sei d'accordo.
  • Rocco Michele LETTINI il 29/09/2012 07:12
    Spudorata... ma vera...
    IL MIO ELOGIO SILVIA

10 commenti:

  • augusto villa il 07/10/2012 14:28
    Eh... quanta verità in queste righe!
    Triste e reale... Facciamoci sentire!
    Brava! ----
  • Giuseppe Guidolin il 01/10/2012 18:02
    diretta e incisiva.. aspra e crudele come talvolta dev'essere la poesia che sfida guardando dritta negli occhi la vita
  • stella luce il 30/09/2012 10:04
    purtroppo è così... ma mai perdere la speranza che noi, visto che l'Italia siamo noi, la si possa cambiare...
  • vincent corbo il 29/09/2012 19:06
    mi correggo: finirla di farci comprare anche con un sacco di soldi.
  • vincent corbo il 29/09/2012 19:04
    Ci sono poteri troppo forti che stritolano la nostra libertà... poteri economici accentrati, diritti che sono un'utopia... per cambiare tutto questo sarebbe necessario cambiare noi stessi e finirla di farci comprare per un tozzo di pane.
  • silvia leuzzi il 29/09/2012 15:58
    Antonio caro lo immaginavo che a te questi toni non sarebbero piaciuti, sono secchi urticanti è vero... ma ho il gusto della poesia con le unghie, come se acchiappasse la carne...è urlata, straziata. Non sono così nichilista assolutamente... sono una provocazione ambulante.. perchè ci dobbiamo scuotere da questo sonno morfinico in cui siamo caduti. Grazie Antonio di sopportare questi miei scalcinati versi e di postare sempre un commento vero e sentito. Grazie anche a tutti voi
  • denny red. il 29/09/2012 13:17
    Un grido.. un urlo..
    una poesia..
    Poesia.
    Ottima!! Brava silvia.
  • silvia leuzzi il 29/09/2012 10:59
    Cara Vera io sono una che non si tira mai indietro dalla lotta anche perchè se così non fosse non avrei un'ora di assistenza per mio figlio disabile. Se hai interpretato queste righe come un gettar la spugna mi dispiace, forse non ho reso bene la mia rabbia di vedere questa mia nazione alla deriva, di dover sopportare che le menti più belle devono andare via, che molte di queste menti sono donne e che non hanno alcuna chance in questo paese... Grazie comunque della vostra attenzione
  • Anonimo il 29/09/2012 09:02
    Cara Silvia, che in Italia esista chi merita ampiamente le tue bollenti parole, d'accordo. Ma, se permetti, siamo in tanti a condividere lo sdegno, la stanchezza anche, ma non la rassegnazione. Anzi!! Diamoci un po' più da fare, perchè troppo spesso noi Italiani c'indignamo, ma siamo assenti dalla vita sociale; quel bene comune dal quale dipende anche il nostro, di ognuno di noi.
  • augusta il 29/09/2012 07:57
    condivido il commento di rocco... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0