accedi   |   crea nuovo account

L'ultima rosa

Proserpina ridiscesa è nell'inferno
ancora pochi giorni e sarà inverno
a te stentata, spoglia e sola, rosa
non più verrà farfalla a farti sposa

Corolla rugiadosa di gela brina
aria d'acuta bora ti punge spina
narcisa quando nel cespuglio in festa
sdegna rifiuti al sol di sporger testa

Ora che di burrasca al ciel foriero
privo d'ali di passero o sparviero
t'offri misero bocciolo senza odore
nessun che passi ferma a farti onore.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuseppe gianpaolo casarini il 29/09/2012 16:40
    Versi scorrevoli.. belle immagini.. bello il pensiero racchiuso poeticamente nella quartina finale..
    Decisamente una bella lirica...
  • Rocco Michele LETTINI il 29/09/2012 14:47
    TRE QUARTINE DI BONTADE INTRISA NEL SUBLIM CORREDO E NELLA MUSICALITA' DEL VERSO... RIMA BEN IMPRESSA... E NON CERCATA VOLUTAMENTE...
    IL MIO ELOGIO MARCELLO

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0