PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Storie d'amore vanno

Storie d'amore
esili semi di pioppo
cadono a piccolo vortice
sopra tetti cittadini
e nella cova dei fiumi.

Alghe molli
sotto l'onda mite
storie d'amore vanno
alla risacca.

Nelle tasche poi
storie d'amore restano
monete dimenticate
pezzetti di matita.

Tutti siamo
in storie d'amore
avvinti per ricordare
E vorremmo ancora...
la fine almeno conoscere
delle piccole storie impossibili.
dove lontani ci salutammo.

L'aria è satura di storie d'amore
elettriche vicine al tuono.
Quelle che non ci appartengono
sfiorano i nostri volti
in forma di rondini.

 

10
11 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 12/10/2012 01:48
    Una poesia scritta con grande malinconia e con grande grazia. E la storia d'amore che ci sfiora, talvolta fa rinascere in noi la causa per trovar l'effetto di una persona che ci ama. Quando meno ce lo aspettiamo. Bellissima. Complimenti Mariateresa
  • Antonio Garganese il 30/09/2012 13:36
    Le storie d'amore: conosciamo le nostre e sfioriamo quelle degli altri, restano solo tanti piccoli frammenti da te poeticamente espressi in sottili metafore.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/09/2012 10:12
    Bellissima Teresa.. chissà perché forse quel vanno... di questi Amori che vanno e vengono... per poi sdraiarsi su un dì-vano.. mi ha riportato in mente les Marquises di Brel...

    ... Le rire est dans le cœur, le mot dans le regard
    Le cœur est voyageur, l'avenir est au hasard
    Et passent des cocotiers qui écrivent des chants d'amour
    Que les sœurs d'alentour ignorent d'ignorer
    Les pirogues s'en vont, les pirogues s'en viennent
    Et mes souvenirs deviennent ce que les vieux en font
    Veux-tu que je te dise : gémir n'est pas de mise
    Aux Marquises...
  • Rocco Michele LETTINI il 30/09/2012 09:14
    STORIE D'AMORE RIMEMBRATE BRILLANTEMENTE DA LA TUA VENA POETICA... LASCIA VELATA MELANCONIA NE LI TOCCANTI PASSI...
    IL MIO ELOGIO... CIAO MARIATERESA

11 commenti:

  • rea pasquale il 01/10/2012 13:08
    bella. ho apprezzato particolarmente questo verso:
    "L'aria è satura di storie d'amore
    elettriche vicine al tuono."
    un saluto
  • mariateresa morry il 01/10/2012 12:21
    Ringrazio di cuore tutti, ma veramente tutti. Pensare che tutto è nato guardando un ciuffo di alghe sbatacchiate contro la spiaggia!!!...
  • Simone il 01/10/2012 09:12
    Respiro queste tue rime e mi infrango nelle tempeste del mio
    cuore, porti simbolici osteggiano la mia voglia di volare.
    La poesia ci guiderà oltre i cancelli dell'impensabile.
  • stella luce il 01/10/2012 07:17
    versi molto belli... tutti siamo dentro o fuori ad una storia d'amore...
  • laura marchetti il 30/09/2012 21:23
    vero... quelle che non ci appartengono ci sfiorano...
  • Gianni Spadavecchia il 30/09/2012 14:30
    Sfiorano i nostri volti come rondini, come pensieri taglienti o vento fastidioso..
  • Anonimo il 30/09/2012 10:54
    versi incantevoli uno più bello dell'altro... l'ultimo lo trovo meraviglioso... la tua penna sa cosa scrivere bella complimenti
  • sergio il 30/09/2012 10:03
    bella ed intensa. Bravissima
  • Anonimo il 30/09/2012 09:10
    In effetti, storie d'amore vanno... e vengono, frutto della nostra stessa umanità.
    Bellissima!
  • Anonimo il 30/09/2012 08:28
    Le storie d'amore vanno... e spesso tornano col loro carico di nostalgia, tenerezza e sofferenza ma solo a sfiorare la vita attuale che continua per la sua strada, si spera con altro amore. Hai cantato le varie tipologie amorose-perdute con soavità e profonda leggerezza. Versi stra-stra-belli!
  • Teresa Tripodi il 30/09/2012 08:18
    Bella... velata da una sottile tristezza in cui rivela grandi veritá, ma non è rassegnazione come potrebbe apparire ma solo un'amara costatazione dove a volte la superfucialità delle cose e degli eventi fa capolino.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0