PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

mamma

Nell'inquietudine di giorni che verranno,
che usciranno ad uno ad uno con esasperante lentezza
da una conca nebbiosa,
l'unica sicurezza deriva dal caldo tappeto dei ricordi,
che ora ti appaiono nitidi nel cielo terso della tua vecchiaia,
talmente tangibili da farsi presente,
stabile concretezza.

Nello sbocciare di emozioni mai stinte dal tempo,
nel riaprirsi di lancinanti ferite mai rimarginate,
mai dimenticate,
ritrovi un illusione di vita,
un pretesto di follia per allontanare quella nera e spettrale figura,
che con vellutati richiami da affabile sirena,
ti sradica da un perfido presente che sa di morte
per trascinarti con sé,
nel vortice oscuro di un nulla che è già tutto,
di un vuoto della mente che confonde la realtà con i sogni,
l'apparenza con la concretezza.

È una lotta impari tra la sofferta dignità dell'esserci,
e l'invitante dolcezza della follia.

È un cammino doloroso e solitario verso il tramonto di una vita
che ora nel magico splendore dei tuoi 84 anni brilla più che mai .


Coraggio mamma!

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0