accedi   |   crea nuovo account

Liberare libellule

Liberare libellule
non nel bianco aprirsi delle tende,
che è facile sollievo,

volare volerlo
nel plumbeo di piccioni appesantiti
dalla smorfia d'autunno quello è rilievo

sempre caldo fissando
fra le pieghe eccentriche
delle foglie

all'umore fervore nulla toglie.

 

4
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Luigi Zaninoni il 14/11/2012 16:58
    Troppo facile trovare sollievo nello scostare le tende. per trovare luce, cercarla e coglierla nel volo appesantito d'un piccione, in un cielo pesante di pioggia, serve Poesia!
    Una vera Poesia la tua. Complimenti sinceri
  • Andrea il 02/10/2012 08:16
    bravissimo simone... poesia molto bella, e ho apprezzato moltissimo gli accostamenti lessicali come "liberare libellule" o "volare volerlo"... a presto!!!
  • Anonimo il 02/10/2012 06:59
    L'autunno invita alla riflessione e alla gioia ritrovata per quel cambio di stagione che non sa per nulla di stantio o di grigio ma di semplice meraviglioso divenire!
    "fra le pieghe eccentriche delle foglie"... SEI GRANDE MG!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0