username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A mio fratello

Eravamo solo bocche da
sfamare
Generati dallo stesso seme
Tratti dalle stesse carni
Abbiamo succhiato nutrimento
dallo stesso seno
Mangiato lo stesso pane duro
Abbiamo appreso dalle stesse
strade la spietata lezione per
la vita
Entrato troppo presto
nell'arena
Sei stato il primo in tutto
Su di te si è accanita
la nostra povertà
Hai pagato anche
le nostre esperienze
Le tue privazioni sono state
alimento per noi
Solo, nel momento
di maggior bisogno
non hai sbandato e sei
diventato quercia.
Sei stato il faro
della mia adolescenza
La roccia nei travagliati
giorni dell'insicurezza
Tangibile presenza nelle mie
difficoltà.
A te più che ad ogni altro
devo tutto quel che sono.
Ora ti sei chiuso nel tuo male
E la vita sembra fuggire da te
inesorabile
Ti consumi lentamente come
una candela e la fievole
voce che ti resta
fatica a dar forza al tuo pensiero
Eppure quando incontro
il tuo sguardo vedo sempre
un guizzo di vita,
una rassegnata dignità
Quando ti parlo nella nostra
lingua di paese noto la smorfia
di un sorriso triste.
Vedo i tuoi ricordi che riprendono
vita.
Mi stringe un nodo alla gola
Si riempiono gli occhi
di pianto
E mentre il tuo corpo
Lentamente si asciuga
Esplode in me rabbia
impotente
Non capisco e
mi rifiuto di capire
Quale il divino disegno
che punisce
un innocente colpevole
solo d'aver vissuto
rettamente.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • stella luce il 03/10/2012 15:22
    straordinari versi... descrizione di un amore che va al di sopra di ogni altro amore, molto sentito perchè appena vissuto anche se non da me personalmente... alle volte il dolore la malattia fanno chiudere il sè stessi per non gravare su chi ci vuole bene... spero che tu possa abbattere questo muro... la vita ha disegni strani e spesso ben diversi da ciò che noi vorremmo... mi hai commosso bravissimo
  • Michele Giuliano il 03/10/2012 07:33
    È proprio così!
    Grazie Gianni
  • Gianni Spadavecchia il 03/10/2012 06:32
    Una dedica immensa ad un fratello, che è stato come un migliore amico, come una guida.. è stato esempio da seguire!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0