username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I ragazzi innamorati

Li riconosci da lontano
Passeggiano tenendosi
per mano
Parlano guardandosi
negli occhi
Scoprono il futuro
Sfogliando la stessa
margherita
I ragazzi innamorati
Nostalgico rimpianto
di chi guarda
Scrutano di notte il cielo
Vedono cader la stessa
stella
e muti esprimono
lo stesso desiderio
Camminano abbracciati
sulla spiaggia
Raccolgono conchiglie
ne formano collana
stessa data incisa
nell'interno
I ragazzi innamorati
Si scambiano baci
lunghi
sino a soffocarsi
Formano unica impronta
sulla sabbia
Proiettano unica ombra
sopra i muri
Incompresi derisi
Troppo spesso
scandalo
Insicuri cercano aiuto
con l'orgoglio di voler
sbagliar da soli.
I ragazzi innamorati
unendo i loro corpi
fanno promessa di non
lasciarsi mai

 

7
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/10/2012 07:25
    Bellissima descrizione di alcuni momenti di vita irripetibili e meravigliosi. Bravo!
  • Rocco Michele LETTINI il 03/10/2012 08:23
    Di la verità... rammenti quei giorni? Anche se l'amore scorre in ogni età...
    IL MIO PLAUSO MICHELE

7 commenti:

  • Michele Giuliano il 05/10/2012 11:28
    Ringrazio tutti voi per gli apprezzamenti!
  • Ugo Mastrogiovanni il 04/10/2012 17:48
    Che la conclusione di questi delicatissimi versi sia un augurio per tutti quelli che "Proiettano unica ombra sopra i muri", ma senza imbrattarli! Bravissimo.
  • stella luce il 04/10/2012 13:35
    siamo stati tutti ragazzi innamorati... poi non so come mai ma diventiamo incapaci di vivere l'amore in quel modo, se non forse nel voler sbagliare da soli... bei versi
  • Michele Giuliano il 04/10/2012 07:54
    Grazie a tutti... i vostri commenti sono preziosi!!!
  • loretta margherita citarei il 03/10/2012 19:01
    molto apprezzata complimenti
  • Anonimo il 03/10/2012 09:32
    Bella lirica, ben ritmata ed anche molto vera. Complimenti!
  • Anonimo il 03/10/2012 09:12
    ... essi sono altrove, molto più lontano della notte, molto più in alto del giorno, nell'abbagliante splendore del loro primo amore... di Jacques Prévert. I tuoi bei versi mi hanno riportati questi e quando al liceo li mandavo a memoria. Grazie!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0