PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vorrei chiederti

Dove vai?
è tanto tempo, che ti Amo
è tanto, che vesti di Mistero inaccettabile
le coordinate lubriche, di giorni infiniti
quale Storia stai vivendo e
quale sesso indimenticabile stai sperimentando
ne daresti un po' anche a me?
di quegl'attimi Vitae, selvaggi
scriverò, se lo vorrai
di platani, in viali croccanti di foglie dipinte a mano
scriverò in viali ornati di colonne binate
silenti preci e aneliti sbiaditi dal Tempo
lascerò
che l'alta Marea rimbocchi le onde alla scogliera
lascerò che Humbold ti porti lontano
lascerò, che il Meridiano ti conduca al Mezzocielo
mezzo, come quel frutto che mi adorna il collo
ricordo, di quel camino pieno di parole bruciate
cammino, per non tornare
e Tu, dove vai?

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 16/10/2012 08:40
    Cosciente degli aspetti più scoperti e realistici dell'amore, il poeta ricerca paragoni concomitanti e si diletta in un tipo di poesia cortese che rivela una profonda conoscenza della poetica nobile, mista a una sensualità discreta e riguardosa.
  • Anonimo il 13/10/2012 20:11
    versi pieni d'amore... che toccano il cuore... meravigliosa ignazio i miei elogi per questo tuo verseggiare... un abbraccio
  • stella luce il 04/10/2012 12:38
    versi sognanti... quasi fiabeschi...
    Dove vai?
    è tanto tempo, che ti Amo
    è tanto,
    ... molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0