accedi   |   crea nuovo account

Luna

Ti svegli alla mattina
con fare da bambina
e guardi allo specchio
quello che di te è solo il riflesso

perchè no, non ce la fai più
perchè no, questa non sei più tu
e poi hai chiuso la serratura del cuore
per aver paura di aprirlo ancora
e che cresca di più il tuo dolore

Luna è diversa, Luna è più bella
tu sei pulita ma ti senti sporca
come una sposa senza una messa
e lui ti picchia ride del tuo pianto
e ti minaccia
e tu, pallida pelle di lividi pensi agli sbagli
che hai fatto

perchè così non ce la fai più
perchè così non ti riconosci più

Luna è diversa, Luna è una stella
platino i capelli biondi e stupendi
un paio d'occhiali e gli stivali
peccato che è così bella
peccato che è una donna
peccato che è così facile
fare la puttana
peccato che è così difficile
ritornare a casa

 

4
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/10/2012 01:11
    Toccante nella sua cruda realtà...
    Oltre una metafora... ho scorso un verseggio sapientemente corredato... IL MIO ELOGIO GIULIANO

2 commenti:

  • stella luce il 04/10/2012 15:41
    argomento molto difficile da trattare e farne poesia...
    purtroppo non è facile tornare a casa per alcune di loro...
    bravo Giuliano...
  • Anonimo il 04/10/2012 04:56
    bella metafora per un tema forte... ben scritta giuliano...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0