username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come quando

Quando improvviso un petalo si stacca
dal viso di una rosa, non c'e un come,
un perchè, un quando, c'è solo..
Solo la sua caduta.

Pagine e fogli fragili come ciglie
eran tutti là.
Sopra loro parole definite indefinite,
si univano per poi dividersi tra punti
e righe, e come sempre..
Come quelle sere dai seri pensieri,
stavo là, là fermo..

Fermo ad apettare il suono di un trenino,
e come sempre.. vedevo solo quella luce che..
che si accendeva per poi sparire e tornare
improvvisa.

E allora.. sapevo solo che..
Che pian piano mi alzavo silente dal mio
letto amico e.. appicicavo i miei stanchi occhi
sul freddo vetro di quella finestra per veder..
se fuori cadeva.. la neve, per poi tornar dentro
nel caldo delle mie amiche coperte, e come sempre..

Sempre sotto quell'albero trovavo bene o male,
una busta e parole, a volte c'era pure anche..
anche la neve e.. e il mio vedere si colorava
come tutte quelle piccole palline là..
Là su quei sottili rami pensavo solo..
Pensavo come sempre.

E quando come ora.. come allora..
Sento scendere il freddo che scalda
il mio pensiero, mi perdo..
Perdo tutto il sonno il suono..
E come sempre il tempo mi regala
il suo venire e.. ora, ora son io che scrivo..
Bene o male non importa, perchè.. c'è solo,
solo il rumore dei suoi passi, sono là,
sono quì, sono solo ad un niente..
E come sempre improvviso mi chiami,
come quando..
Come sul quel foglio che..
Ti voglio Bene Mamma.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/10/2012 20:19
    Momenti che richiamano alla mente situazioni vissute, persone care, esperienze particolarmente intense che difficilmente si cancellano, ma che anzi si ripropongono magari vissute alla luce delle diverse esperienze.
    Parole che esprimono altresì il senso dell'accadimento delle cose, nostro malgrado.
    Complimenti Denny!
  • Rocco Michele LETTINI il 04/10/2012 07:37
    UNA LODE ALLA MAMMA MAGNIFICAMENTE FORGIATA...
    IL MIO ELOGIO DENNY

10 commenti:

  • Anonimo il 15/11/2012 10:47
    Un testo poetico davvero magnifico dall'inizio alla fine. Sinceri complimenti, sensibile collega di poesia.
  • augusto villa il 22/10/2012 08:31
    Bella poesia, molto intensa.
    "Sento scendere il freddo che scalda
    il mio pensiero, mi perdo.."... Questa è poesia.
    Bravo Denny!!!
    ----------
  • stella luce il 04/10/2012 20:39
    versi stupendi e densi di malinconia... sognanti, surreali, melodiosi, nostalgici... non so che dire mi hanno commosso...
  • laura marchetti il 04/10/2012 19:25
    sempre una bellissima conferma ritrovarti qui
  • loretta margherita citarei il 04/10/2012 18:02
    molto intensa e bella, bravissimo
  • Dolce Sorriso il 04/10/2012 13:03
    rievocando ricordi hai scritto versi sublimi, un misto di dolcezza e malinconia... bravo Denny... smack.
  • Anna Rossi il 04/10/2012 12:08
    meravigliosa!. immensa nella sua semplicità..
  • Anonimo il 04/10/2012 08:10
    Denny, la tua poesia mi ha commosso... non dico altro.

    Ti abbraccio di cuore.
  • Anonimo il 04/10/2012 06:59
    I ricordi dell'infanzia, del Natale con l'attesa della neve... e i passi della tua ROSA, la tua mamma, che ti pare ancora di sentire. Li sentirai sempre nel tuo cuore. Ciao Denny. Sei speciale!!
  • Anonimo il 04/10/2012 05:05
    ricordi toccanti che s'insinuano ne cuore... quasta è la vita... senza un perchè... un petalo si sttacca da una rosa... non c'è un perchè... e quella rosa è sempre in noi il suo effluvio odoroso rimane costante, ci accompagna... sempre... ogni tanto ci sembra di risentire la voce... ma è vero è lei che ti chiama...
    m'inchino a questa tua e ti dico caro denny che anche alla mia rosa mancano dei petali... un abbraccio sentito con il cuore e bravo... grande Denny...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0