accedi   |   crea nuovo account

Davvero difficile

Davvero difficile è per me realizzare il sogno,
diventato obiettivo, costante desiderio...
Sogno che sto cercando di coltivare.
Ma mi sento solamente un coglione che scrive,
uno qualsiasi, anche se non voglio credere che sia così;
quando vedo che di sostenitori sono pochi accanto a me
non faccio che scoraggiarmi anche se vorrei tirare avanti.
Davvero difficile, davvero, così mi risulta...
Sono uno stupido che scrive, ma non uno qualsiasi!
Sono quello che vuole fare di quel desiderio obiettivo;
non voglio arrendermi, anche se è difficile...
Per ora però non voglio mettere la parola"impossibile",
poichè spezzerebbe tutti i miei sforzi ed illusioni.
Ci provo, finchè posso.. Ma saprò resistere.

 

2
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/10/2012 18:43
    Hai messo a nudo il tuo essere... veramente bravo complimenti...
  • Anonimo il 04/10/2012 16:21
    L'andamento prosastico del testo, gradevolmente colloquiale con se stesso, non esclude il plauso per la tua caparbietà a rincorrere un obiettivo importante. Lo definisci sogno proprio perchè non disponi al momento di certezze, così come accade per i sogni in genere.
    La scrittura, per quanto la si possa considerare un percorso estremamente complicato, necessita prima ancora della penna o della tastiera, quella convinzione che palesi e non pensare mai di scrivere se non per te stesso prima che per gli altri.
    Scrivo dal 2006, da quando cioè è stato pubblicato il mio primo romanzo e posso bene capire le sofferenze di cui parli. In quella narrazione ho parlkato di una storia autobiografica, tanto esaltante quanto intensa dal punto di vista del coinvolgimento interiore. Quando iniziai a scrivere "Viaggio in V classe" l'intenzione primaria era di rendere pubblica una certa storia irripetibile ma ho seguito l'stinto prima ancora di preoccupoarmi di soddisfare i lettori.
    Il consiglio, se posso osare, è di concentrarti (in poesia o in prosa) sulle emozioni che vuoi liberare. Il resto verrà da se.
    Ti faccio i migliori auguri!
    Ciao
    Aurelio
  • Rocco Michele LETTINI il 04/10/2012 15:58
    IL PROPRIO ESSERE L'HAI DECANTATO CON SCHIETTEZZA... L'HAI APOSTROFATO MIRABILMENTE NE LA CHIUSA...
    il mio elogio gianni

4 commenti:

  • vasily biserov il 08/10/2012 00:56
    Resisti, non mollare mai. bravissimo!
  • Anonimo il 05/10/2012 09:11
    Continua a scrivere Gianni. I tuoi versi sono spontanei, sinceri, veri, dettati dal cuore. Ti leggo volentieri. Mi piacerebbe leggere qualche tua riflessione, oltre quelle d'Amore. Ciao!
  • loretta margherita citarei il 04/10/2012 17:44
    continua a scrivere gianni, a me piaci
  • Anonimo il 04/10/2012 16:50
    devi... caro gianni le passioni vanno coltivate ed i doni naturali, come i famosi talenti del vangelo, vanno fatti fruttare... quindi devi dar spazio alla tua inclinazione verso lo scrivere... contunua ti leggo sempre con piacere... un bacione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0