username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un treno

Un treno
sta passando lungo la ferrovia
Un fischio che mi rapisce sempre che mi trasporta
che mi porta via
Mi fermo sempre a contare i vagoni
Dicevano che il numero era l'iniziale di una lettera
Del nome di un amore o di chi ti stava pensando
Chissà perché a me veniva sempre La lettera muta
E quel vento che sposta che travolge l'aria e le cose
Basterebbe un salto il brivido della morte
Ma il gusto della vita è più forte
Potrei parlare della prima volta che vidi Roma
Dai finestrini del treno e subito me ne innamorai
Con il cuore in gola di un bambino quando vede
Per la prima volta il mare
O del grido muto di un barbone alla stazione
Potrei parlare di quella voglia di fuggire via
Quanti treni ho perso e ho rincorso
Ma sempre il giorno dopo
O di aspettare un ritorno
Un'attesa lunga una vita
No ma questo è un altro giorno
Le estati al mare e la notte le corse dei treni
Mi risvegliavano all'improvviso
Mi cullavano le onde e una voce
Mia madre
Che mi diceva di continuare a dormire
Quel sogno che quel treno
Tornava a rapire

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Centrone Stefano il 05/10/2012 16:42
    Devo elogiare questa tua poesia perché mi ricorda tanto quando, da piccolo, viaggiavo con i miei genitori.
    Ed è qui che spunta fuori la mia amarezza, nel ricordare quei viaggi.
  • Antonio Garganese il 04/10/2012 21:29
    Partenze, arrivi, amori, occasioni perse e ritrovate, dolcissimi ricordi e una vita tutta da scoprire e vivere, anche con i sogni.
    Buona notte.

2 commenti:

  • Anonimo il 06/10/2012 19:49
    Un testo introspettivo profondo, nello sviluppo del tema trattato sul significato di quel metaforico TRENO, ben descritto dall'autrice con metafore calzanti ed emblematiche.
  • Francesca La Torre il 05/10/2012 12:38
    Anche per me il treno ha avuto sempre un grande fascino... sarei partita chissa' per dove, forse anche da me stessa. Hai saputo cogliere le migliori sfumature, brava. ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0