PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Stranamente

Stranamente
quest' incanto volubile
scioglie sale di mare
sul mio seno ribelle
che rifugio diventa
per proibiti passaggi
irriverenti.

Se potessi innalzarmi
come fiore e rugiada
diventare forte stelo di prato
bucherei l'azzurrato infinito
per goder del piovasco mattino
come gocce rotonde
di trasparenti parole.

Stranamente
un riflesso ingiallito
percorre ogni fibra di vita
una luce appannata
che s'inerpica ed osa
diventar luminosa.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 04/10/2012 22:02
    Poesia che forse esprime il prepotente desiderio di una donna di essere qualcosa in più di un corpo attraente che vuol protendersi verso il cielo e nel sole per far capire chi è davvero.

3 commenti:

  • Manuela Magi il 20/11/2012 16:07
    Grazie, dopo tempestose prove per accedere al sito... eccomi qui.
    Cmq navigazione difficoltosa. Volevo ringraziarvi.
  • Aedo il 13/10/2012 16:03
    Spesso vorremmo liberarci dai condizionamenti e andare lontano, verso il sogno. Poesia molto bella!
  • Gianni Spadavecchia il 07/10/2012 13:35
    Bei versi, leggibile e scorrevole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0