PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Preghiera

È solo un modo per passare il tempo
poggiare le mie ossa sulle tue,
riordinarci i sogni e stiracchiarci i desideri.
Ho ferite che aspettano di sbocciare,
cicatrici per ricamare il mio cuore.
Ed amarti è una preghiera
e tu la mia dea pagana;
sospesa a fili sottili
come le stelle del tetro firmamento.
Le tue cosce il mio tempio,
bianche d'alabastro
mi cingono il cuore.
Dogma è il tuo sorriso;
si fa strada nel buio,
esplode in fiori di sale sulle mie labbra.
La mia anima è per te
il mio scarno sacrificio inumano
perchè alla tua magnificenza nulla è degno.
Non mi chiedo chi sia stato,
l'astro generoso,
che ti portò da me;
non mi perdo nella paura
del mio tempo che fugge.
Sei il mio credo,
la mia fede cieca,
invisibile sempre ci sarai
anche quando il fumo delle mie carni
sarà una nuvola sommessa all'orizzonte.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 30/12/2013 13:09
    irriverente e bellissima questa preghiera che esalta i sensi ed il corpo chiusa bellissima
  • Raggio Di Luna il 16/10/2012 23:34
    Molto belle e struggenti le immagino che susciti.. una preghiera che è una promessa di amore eterno.. bravo!

1 commenti:

  • Dolce Sorriso il 05/10/2012 13:14
    wow, una poesia bella e scorrevole,è un piacere leggerti... ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0