PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Qoèlet

Vanità delle vanità, dice Qoèlet vanità delle vanità,
tutto é vanità.
Quale utilità ricava l'uomo di tutto l'affanno, per cui
fatica sotto il sole.
Una generazione va e una né viene, ma la terra resta
sempre la stessa.
Il sole sorge e il sole tramonta, si affretta verso
il luogo da ove risorgerà ancora.
Il vento soffia a mezzogiorno, poi gira a tramontana;
gira e rigira sopra i suoi giri il vento ritorna.
Tutti i fiumi vanno al mare, eppure il mare non n'é mai
pieno; raggiunta la loro meta i fiumi, riprendono la
loro marcia.
Tutte le cose sono in travaglio e nessuno potrebbe
spiegarne il motivo.
Non si sazia l'occhio di guardare né mai l'orecchio
di udire.
Ciò che é stato sarà, ciò che si é stato fatto si rifarà;
non c'é niente di nuovo di nuovo sotto il sole.
C'é forse qualcosa di cui si possa dire; Guarda questa
é una novità?
Proprio questa é già stata nei secoli che ci hanno
preceduti.
Non restano più ricordi degli antichi, neppure di loro
che saranno ancora si conserverà memoria presso coloro
che verranno ancora.
Ciò che dice Qoèlet é luminoso e illuminante.
Tanto che la Chiesa lo propone e lo ripropone,

Perché la creatura, su ciò mediti e rifletta; capisca
che cos'é la vita! Come dovrebbe essere vissuta.
Osservando l'uomo là nella vasta piazza il suo operato!

Quello che stiamo facendo é atroce e disumano: Lui ci da
amore e noi contraccambiamo con ingratitudine irriconoscenza
e dolore.
Ci ha dato la vita e noi con il nostro peccato, lo crocefissiamo ancora.
Gesù, usa ancora la tua misericordia e ripeti
che Tu chiedesti allora Padre, perdona loro, perché
non sanno ciò che fanno.

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Paolo Villani il 30/05/2016 17:36
    Bel riassunto delle tematiche del libro del Qoelet con una amara considerazione in più e cioè che noi mettiamo in Croce Gesù il quale però è stato Crocifisso una sola Volta per i peccati passati e futuri.
  • Don Pompeo Mongiello il 02/02/2016 10:15
    Non capisco tanta aridità per questa tua pur eccezionale!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0