accedi   |   crea nuovo account

Mattino di Ottobre

Un disco argenteo di luna
appeso alla parete del cielo
sbadiglia ridestando
il nuovo giorno
Perle di rugiada
sudore della terra
evaporano in pallide
nebbie ricoprendo prati
umidi di erbe ancora verdi
Bianco lenzuolo di brume
autunnali
Densa foschia ricopre la
vallata e schiere di alberi
faticano a slanciarsi
verso il sole.
Nere figure umane
dai contorni indefiniti
percorrono sentieri tracciati
nel parco sotto casa
Fantasmi di pensieri
angosciati dalla propria
obesità!
Mentre il mondo si ridesta
e ricomincia a correre
Pigra lenta una vecchia
lumaca innamorata
si traghetta nella strada
segnando le cadute foglie
con la sua bavosa scia.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/10/2012 14:33
    UN VERSEGGIO D'ANTICO COSTUME... MIRABILMENTE DECANTATO NELLE SUE PIU' SUBLIMI SFACCETTATURE... IL MIO ELOGIO MICHELE...
  • Don Pompeo Mongiello il 06/10/2012 13:59
    Descrizione esaudiente ed emozionante incornicia uno stile sublime. Complimenti!

1 commenti:

  • Anonimo il 06/10/2012 10:12
    Una... fantastica fantasia e capacità descrittiva. Mi ha colpito soprattutto l'immagine di quei "pensieri angosciati dalla loro obesità".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0