PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nanà

Stanchi anche oggi
trasciniamo insieme
i nostri passi lungo il viale
Muta al mio fianco
docile t'accosti
Mi guardi silenziosa
Nei tuoi silenzi sento
le urla di pensieri che
non vuoi rivelarmi
Negli occhi leggo dolori
che nascondi dentro
Non un lamento sfugge
dalla tua voce
Tenera compagna
a cui parlo senza
attesa di risposte
E il tuo silenzio m'è
conforto
Mi ascolti anche quando
nulla ho più da dirti
Cammini lentamente
sotto il peso greve
dei tuoi anni
Cresciuta troppo in fretta
Ogni giorno sfidando
legge di natura
Aggrappata alle radici
della vita
Solo ieri sembravi un
cucciolo spaurito!
Forse adesso è giunta l'ora
di diventare saggi!
Possiamo cominciare
ad invecchiare

 

4
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/10/2012 14:49
    Dalla cagnetta un percorso di serenità sino al "poter cominciar invecchiare"... La fedeltà sarà effluvio di giulivo...
    IL MIO ELOGIO MICHELE
  • Don Pompeo Mongiello il 06/10/2012 13:56
    Sensibile, scorrevole e musicale questa tua straordinaria davvero!

2 commenti:

  • Anonimo il 06/10/2012 14:42
    Poesia sentita, molto bella!
  • Anonimo il 06/10/2012 11:43
    Quando la poesia commuove profondamente... GRAZIE dai miei 86 anni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0