accedi   |   crea nuovo account

Affidavi l'ultimo lembo che ti legava alla vita

affidavi l'ultimo lembo che ti legava alla vita
nella memoria degli altri ad una foto
ciò che ti legava agli affetti
l'immagine che di te avresti voluto per sempre
una bella immagine quasi sorridente
il viso alla luce del sole riflesso
lo sguardo che nasconde il turbamento
un'unica immagine e nulla più resta di noi
questo mi volevi dire madre
di noi che crediamo di essere al centro del mondo
non rimane che una foto da lasciare ai figli
a qualcuno che in ultimo si è fatto amico
non v'è traccia del nostro passaggio
si torna nell'oblio del buio donde siamo venuti

io non sono gli altri e dentro di me
la tua immagine ho scolpito anima con anima
per ogni angolo su questa terra ora che non ci sei
lo stesso sangue lo stesso sentimento
gli altri più non sanno né nel tempo futuro sapranno
niente dei nostri giorni rimarrà
e nei secoli a venire nell'universo tutto
nell'eternità quasi non saremo esistiti
noi che in vita siamo il centro del mondo

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 06/10/2012 17:28
    Ci crediamo immensi da vivi, ma non siamo altro che polvere. Rimangono i ricordi in chi vive dopo di noi e questo ci rende eterni...
    Belle parole, molto profonde e toccanti.
    ciao Ely

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0