PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Favola

Raccontavi di te che avevi visto la guerra
Avevi sentito gli aerei e le bombe
Le sirene del coprifuoco
Avevi guardato quel cielo e tremato
Poi la pace
Raccontavi del tempo passato
Quante foglie hai visto partire
Quante anime hai visto sparire
Tornano nelle notti di luna piena
Ad ascoltare le tue fiabe
Gira la pagina
Basta solo un po' di vento il resto lo scrive il tempo
racconterai
Di una bambina che torna dal passato
Ad ascoltare ancora la tua favola
una vecchia quercia apparentemente muta
Che tra le sue pagine mi avrà già rapito

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 09/10/2012 18:42
    Dolcissima favola che ha per protagonista la natura testimone di un passato turbolento e sullo sfondo una bimba che raccoglie i suoi segreti. Uno, spunto, un'osservazione, un battito di ciglia qualsiasi cosa ti fa nascere un'idea. Davvero brava.
  • Rocco Michele LETTINI il 09/10/2012 15:28
    LA NATURA... ATTENTA OSSERVATRICE TI TANTI PERCORSI DI VITA...
    LODEVOLE VERSEGGIO... IL MIO ELOGIO LAURA

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0