username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Zingari

Ogni attimo che va via
custodisce una verità
e una bugia

È giusto dimenticare
dal nuovo
continuamente ricreare

Vedi?
Quella è la città degli zingari
una città dai tetti d'oro
e dalla pelle bruna

Attraversandola
una sinistra falce di luna
fa capolino dalle gonne
stinte.

 

7
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ezio Grieco il 10/10/2012 16:08
    ... la vita sotto braccio, le cose belle e brutte, i sogni e le speranza; sguardo in avanti... gurdando indietro..
  • Rocco Michele LETTINI il 10/10/2012 12:01
    LIBERA INTERPRETAZIONE MIRABILMENTE FORGIATA... IL MIO PLAUSO
  • Anonimo il 10/10/2012 07:57
    hey davvero magica e colorata... bravo!

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 10/10/2012 19:53
    e adorabile leggerti complimenti
  • Anonimo il 10/10/2012 16:34
    Vincenzo, mi sono soffermata sulle prime strofe per me più comprensibili e significative. Condivido il tuo pensiero.
    Le altre strofe le trovo più ermetiche.
    Scritta bene come sempre.
  • Anonimo il 10/10/2012 15:13
    Non so se ho capito bene, ma mi vien da pensare agli opposti che continuamente si fondono in una prospettiva di dinamico rinnovamento.
    Complimenti per la poesia, veramente molto bella.
  • augusta il 10/10/2012 11:39
    mi piace bravo...
  • anna il 10/10/2012 10:03
    Molto bella, complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0