username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il Camino di Santiago (Luglio 2012)

Primo Giorno

Nubi, vento, pioggia, freddo
Madonnina che casino
qui in Spagna a inizio Luglio
di Santiago sul cammino.

Ma noi duri, senza soste
si cammina alacremente
per fermarci, questo è chiaro,
dentro al primo ristorante.


Secondo giorno

Accidenti che fatia,
questo zaino malidetto
solamente per lo sporco
ogni giorno aumenta un etto.

I panini cor presciutto,
la bottiglia minerale,
una torta alle cipolle
e non manca mai 'r giornale.

Ma nei boschi di Eucalipti
si cammina allegramente
e di chi 'un ci vole bene
ce ne frega propio niente!


Terzo giorno

È piovuto tutto 'r giorno,
acqua fino alle 'aviglie
siamo diacci fino all'ossi
e 'un ci bastan le pastiglie.

Ma con tutti i posti ar mondo
Giacomino benedetto
'un potevi crepà dove
c'era 'r tempo un po' più asciutto?


Quarto giorno

Oggi 'un piove, c'è la nebbia,
francamente ci mancava!
'Un so dove ha grandinato
e 'n montagna neviava!

123

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anna G. Mormina il 11/10/2013 19:12
    ... non ho mai avuto il piacere di fare un viaggio verso Santiago di Compostela ma molti miei amici, mi hanno raccontato esattamente ciò che hai egregiamente qui poetato... (il coraggio di dirmi che avevano pregato di non far tornare una certa persona però,... non l'hanno avuto ...).
    Marcello, che dirti... sei fortissimo... bravo!
  • Anonimo il 23/01/2013 12:52
    Un'esperienza simpaticamente raccontata con un tocco d'ironia.
    Detto fra noi, ma avete fatto tutto quel viaggio solo per chiedere che non venga eletto il Biscione?
  • loretta margherita citarei il 10/10/2012 16:04
    simpatica e gradevole complimenti