accedi   |   crea nuovo account

Bilance universali

Se ti chiedono dell'acqua
dai loro da bere
qualcuno già lo fece
infrangendo il suo appartenere.

Se ti chiedono un favore
fallo per solo piacere
non aspettarti le lodi
son rischi del mestiere.

Se ti chiedono dell'accoglienza
spostati per farli entrare
a volte angeli di strada
non sanno dove andare.

Se chiedi tu giustizia
li troverai il permesso
di regolar le cose
per grazia di difetto.

La forma spesso porta
macchia del non fare
parente molto lontana
del tuo desiderare.

La correttezza marcia
su reti unificate
azioni troppo spesso
all'apice inquinate.

Bilance universali che
sullo stesso piatto
aggiungono all'onesto
falso e l'intrallazzo.

È un bilico bendato
da menzogna e ipocrisia,
se cerchi l'onestà
comincia tu per primo
a non provar pietà.

 

9
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rescaldani franco il 18/10/2012 22:30
    Un pregno di saggia riflessione. Memorabile.
  • Anonimo il 18/10/2012 08:30
    ottima! Ogni verso appare come una buona e giusta regola di vita, davvero bravissima!
  • senzamaninbicicletta il 13/10/2012 10:31
    è una poesia stupenda per la musicalita significato e contenuto, sono molte le applicazioni nella realtà che cambia a seconda del piatto da cui la si osserva. Molto bella davvero.
  • Rocco Michele LETTINI il 10/10/2012 22:27
    SOLO LO TUO FERTIL SENNO... PUO' LASCIAR COTANTO SUBLIM VERSEGGIO... LA MIA LODE... IL MIO PLAUSO E... LO MIO ENCOMIO TERRY
  • Anonimo il 10/10/2012 21:22
    Bilance sbilanciate, in cui la giustizia è solo una parola roboante ma vuota di contenuto reale.
    In un piatto di questa bilancia stanno i richiami al nostro essere attenti, rispettosi oltre misura e disponibili agli altri; nell'altro piatto ci stanno le ambiguità e l'ipocrisia di un sistema che non risparmia nessuno dalla politica alla religione.
    Bilance fittiziamente equilibrate, il cui squilibrio fanno dipendere da un difetto di vista umano da parte di colui che guarda.
    Brava come sempre Tere, complimenti.

6 commenti:

  • viktor il 16/10/2012 18:20
    Scrivere una poesia seria come questa in stile filastrocca, unendo due generi così lontani fra loro è sinceramente geniale. Un po' filastrocca, un po' preghiera. tutti collegati da considerazioni pregne di verità, tanto profonde e tanto semplici. Complimenti Teresa. Come sempre raramente sbagli un colpo
  • Gianni Spadavecchia il 12/10/2012 06:36
    Bellissima la chiusa, quanta verità;ti faccio i miei complimenti per la poesia!
  • Anonimo il 11/10/2012 16:34
    non esiste più giustizia... le bilance non son più tarate... ma solo manomesse e squilibrate... molto bella questa tua sorè... una denuncia vera e propria...
  • Marina Duccillo il 11/10/2012 08:45
    davvero sono contenta di questo sito, sto scoprendo dei meravigliosi talenti: gran bella opera questa poesia, un lessico scelto, contenuto profondo e condiviso, ritmo armonico di intensi versi in rima opportunamente brevi; la rara bravura di un'artista che ha sicuramente una preparazione culturale alle spalle
  • franco buniotto il 10/10/2012 23:02
    Faccio mio il commento Salvatore Linguanti. ***** Franco
  • Anonimo il 10/10/2012 21:32
    Quanta saggezza e verità in questa poesia! Un forte richiamo nella tua chiusa.

    Bravissima Terry!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0