accedi   |   crea nuovo account

Il vecchio e il bambino

Improvviso
davanti a me un bambino
tutto trafelato
con un pallone stretto
tra le mani e il petto
mi guarda e ride.
Non so.
Penso che forse
assomiglio a qualcuno
che lui conosce.
Adesso però
lo guardo meglio e rido anch'io:
meno male che ogni tanto
il futuro che aspetto
improvviso mi appare.

 

3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/10/2012 15:21
    NON È CHE NEL VEDER LO TUO NIPOTE TI SENTI TORNAR BAMBINO RIMEMBRANDO ATTIMI DI LETIZIA...
    È IL SANGUE CHE FLUISCE NE GLI ANNI...
    HO SCORSO UN'ESEMPLARE VERSEGGIO FRANCO IL MIO ELOGIO
  • ernesto musiari il 12/10/2012 10:25
    ciao franco,
    mi piace molto questa tua poesia, malinconica ma speranzosa insieme.
    un saluto.

4 commenti:

  • stelsamo il 20/10/2012 10:15
    Il futuro più bello nell'immagine di un bambino con un pallone in mano che ci sorride. Bei versi, intrisi di speranza. Complimenti!
  • Alessandro il 13/10/2012 00:05
    Uno scorcio di vita quotidiana, l'incontro casuale tra due generazioni, colmo di speranza e un velo di tristezza al tempo stesso. Piaciuta
  • loretta margherita citarei il 12/10/2012 20:14
    molto originale, bella metafora usata
  • Anonimo il 12/10/2012 12:04
    una bella metafora... un futuro pieno di speranza con il volto di bimbo... porta a riflessione bravo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0