accedi   |   crea nuovo account

Sorpendersi cantando intorno al fuoco

Talvolta sento
come un deserto di sentimenti
dove bufere di dolore
continuano a sconvolgere dune
del cuore,
fatte di piacere e calore.

Consenzi e negazioni
nell'insostenibile pesantezza
nel vivere, dell'essere e l'avere.

Ma questo vento e questo luogo
è parte dentro di noi
come il vivere d'amore
e veder sorgere il sole.

Se ti sento lontano oppure
non ti sento più e
se mi sento strano
e non mi ritrovo,

in questa festa di lugubre follia
tra melodie rabbiose di guerra e pace
che continuano a renderci vivi,
nonostante povertà di sentimento,
continua a pensarmi con amore.

Nonostante la crudeltà, e finti asfittici affetti,
che con un sorriso proviamo a nasconder difetti.

Che questo gioco compreso nella recita della vita
troppo spesso ci fa perdere la bussola.

Non rimane che ripartire
da tutto ciò che abbiamo smarrito
come sentimento e compassione.

Questa l'occasione possibile
per liberarsi di bagagli inutili del cuore
tornare ad esser felici con poco
e sorprendersi cantando intorno al fuoco.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/10/2012 09:31
    A LA SCOPERTA DE L'ANTICO... DIREI...
    HO SCORSO VERSI A TRATTI TOCCANTI CHE TROVANO GAUDIO NE LA STROFA DI CHIUSA... IL CALORE DEL CAMINO... IL MIO ELOGIO RAFFAELE
  • Antonio Garganese il 13/10/2012 07:03
    Poesia scritta d'impulso che coglie, forse in modo un poco disordinato, tanti argomenti (attualità, sentimento, riflessioni di vario genere) ma l'intento è ambizioso: riscoprire una semplicità ormai persa. Io l'ho letta così. Ciao.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0