PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Umili parole

Un quadro sopra il letto
Una mamma che stringeva un bambino al petto
aveva gli occhi buoni di mia madre
avrei voluto essere io quel bambino
Così ti conobbi per la prima volta
Dentro una capanna ogni Natale
Fra il freddo e l'indifferenza
in mezzo al niente della confusione
Ti ho rivista seduta sugli scalini di una speranza
A mendicare un po' di amore tra la gente
Ti ho ritrovata dentro una preghiera
parole umili che si fanno capire
ti ricordiamo a volte solo nel bisogno
un genitore abbandonato
ma tu sai sempre perdonare
Ti ho rincorsa lungo le ombre della sera
quando mi si strappava il cuore
Ti ho vista Negli occhi di un dolore
Una mamma che ti portava un fiore
Troppo grande quella croce da trasportare
Ti rivedo in ogni madre Che ha perso un figlio
Ma che ha trovato da te la forza di continuare

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 14/10/2012 12:38
    Ogni Madonnina rappresenta proprio ciò che tu dici, una preghiera che ci aiuti nel bisogno e che faccia sopportare un dolore tanto grande. Esponi sempre argomenti nuovi, grande.
  • Rocco Michele LETTINI il 14/10/2012 08:48
    TENERE E INCANTEVOLI PAROLE LAURA... LASCIATE PER LA MAMMA CELESTE
    IL MIO ELOGIO E LA MIA LODE...

1 commenti:

  • Anonimo il 14/10/2012 09:10
    Io amo il Bene e trovo radici di Fede ovunque, non solo in una religione particolare, ma certo il dono che ci fa il Cristianesimo con una umanissima Madre di Dio non ce lo fa nessun'altra religione. E quante poesie Ella ispira, belle come questa tua, umanissima come Lei, nonostante tutto il suo divino splendore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0