accedi   |   crea nuovo account

La casa è vuota finalmente

mentre facciamo la parete
tutto si accartoccia
non ci riconosciamo
seduti a fianco
e poi abbracciati
alla ricerca del respiro che ripulisce
ogni gesto pesa una vita intera
lo sguardo non ci appartiene
ma ancora troviamo la forza di sputare fuori
tutto il nostro sapere
perchè almeno lo scherno non raggiunga vette
da cui poi sarebbe impossibile ridiscendere
si cerca di ingannare il silenzio
con trucchi che non ci convincono
ma il roteare si fa vortice
sempre più rumoroso
ma chi siede a fianco non mi riconosce oltre
e per me che da tempo non mi ritrovavo
è solo una piccola conferma.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0