PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Spiaggia vuota

Strascichi di nuvole rosa
Oggi il mare ha sposato il cielo
Ha vestito un azzurro chiaro
Incontra il fiume alla foce l'ultimo invitato
E poi fugge verso l'orizzonte acceso innamorato
Figure che camminano sulla sabbia da lontano
Oggi la spiaggia è vuota
Si tengono per mano
Non so perché apri in me pagine di vita
Sale che brucia come una ferita
Amante impetuoso
Bambino pauroso
E poi vedo in te gli occhi di mio padre
passi leggeri dentro un ospedale
Parlavi di un gabbiano ferito
Di una barca che il mare aveva rapito
in un ottobre inoltrato
Quante maree ho visto
Quante onde ho aspettato
Tu babbo non sei più tornato

 

l'autore laura marchetti ha riportato queste note sull'opera

ventotto ottobre millenovecentonovantatre


2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/10/2012 22:11
    PIACEVOLE SCORRERLA... LODEVOLE APPREZZARLA... INCANTEVOLE POESIA... IL MIO ELOGIO LAURA... CIAO

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0