accedi   |   crea nuovo account

Poeta fallito

Ma quale poeta,
fottuto pensiero,
sepolto nel fango
fino al collo
Scrivi e vomiti
Pensi e urli
Nemmeno inchiostro
Che macchia le dita
Ti gridano: Smetti!
Lascia il foglio bianco
Meglio uno sputo
O una macchia di sangue
Ma perche' scrivi?
Fatti i cazzi tuoi
Non cambiare le cose
Con parole pesanti
Piangi e basta
Senza scriverlo
Senza lacrime
Solo di rabbia
Spezza il pollice
Ferma il tempo
Scrivi con penne
Color avorio
Smetti poeta fallito
Tieni le opere dentro
Impilate nel freddo
angolo del tuo cuore

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 19/10/2012 13:50
    Un testo introspettivo originale e particolare nello sviluppo delle considerazioni che l'autore esprime sul POETA FALLITO. Letto, piaciuto ed apprezzato sinceramente.
  • Don Pompeo Mongiello il 18/10/2012 11:10
    Il tuo scrivere sa di poesia vera.

5 commenti:

  • ernesto musiari il 18/10/2012 13:48
    Don, detto da te, e' veramente un grande complimento e mi allieta la giornata. ti ringrazio. ciao
  • denny red. il 17/10/2012 02:12
    Ferma il tempo..
    Piaciuta.
  • loretta margherita citarei il 16/10/2012 19:32
    molto originale apprezzatissima
  • Anonimo il 16/10/2012 18:50
    Poeta o no... l'importante è scrivere sempre e comunque quello che si ha dentro!
  • Anonimo il 16/10/2012 18:39
    Non so se siamo più poeti o più falliti. In ogni caso apprezzo il tuo sfogo e credo che sia sempre meglio esprimere in versi quello che si ha dentro. Complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0