PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rendimi la libertà

Assente sei,
più manchi e
più esplodi presente,
un manto che avvolge,
un'ala che abbraccia,
tu vieni con il raggio del sole,
con la nebbia che nasconde,
ma dove si volge il mio sguardo
tu, ci sei.
Tu non ti accorgi di nulla,
sei rondine ferita e impaurita,
e non torni al tuo nido.
Tu taci e osservi,
solo lacrime versi,
sul libro che scrive
il viver del cuore.
Lasciami libero, perdonami,
fa che io ritorni
al vivere mesto,
all'aratro del tempo
che piano spezza le zolle
dell'anima mia.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/10/2012 11:06
    Mi associo pianamente a Rocco.
  • Rocco Michele LETTINI il 18/10/2012 02:00
    UN PREGNO D'AMORE... PURTROPPO ASSENTE... DILIGENTMENTE FORGIATO... IL MIO PLAUSO BRUNO

3 commenti:

  • Anonimo il 18/10/2012 21:06
    Percepisco tutto il tuo sentire in questi malinconici versi molto belli.

    Bravo Bruno, sono contenta di rileggerti!
  • Fabio Mancini il 18/10/2012 20:52
    Delicata. La tua sensibilità in questi versi è molto evidente. Mi fa piacere questo gradito ritorno. Sei un grande. Ciao, Fabio.
  • loretta margherita citarei il 18/10/2012 19:27
    malinconica ma molto bella bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0