username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ritorno alla realtà

Sento un fiume lento scorrere nelle vene,
ora non respiro più ossigeno ma cenere,
cenere che fa tossire, arriva agli occhi
e li fa cedere in pianto colmo di malinconia.

Sento un lieve fuoco sotto la mia pelle,
appiccato dal caso che ha voluto logorarmi,
bruciando la mia anima e tutto ciò che resta,
poco e niente in questo corpo che segue un'utopia.

Sento il ghiaccio crudele congelarmi gli occhi,
lanciato dalla realtà che non conosce pietà,
neanche quella di chi con gli occhi vedeva sogni,
che ora, ghiacciati, si frantumano volando via.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Balthier il 18/10/2012 19:16
    Poesia perfetta, devo dire che riesci sempre in ogni poesia che ho letto a far provare a chi la legge le tue stesse sensazioni o anche solo che immaginarle, ti garantisco che non è da tutti saperlo fare! (:
  • loretta margherita citarei il 18/10/2012 19:15
    la realtà però va affrontata anche se è triste, piaciuta
  • augusta il 18/10/2012 16:50
    in questo corpo che segue un'utopia...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0