PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il coro

Perché arrossire
Perché sdegnarti
Se giunge il bosco
A dominar il fuoco
E l'acqua

E il tempo
Ancora gioca con
I riccioli verdi e le
Chiome ombrose
Di fanciulle sdraiate
A guardar le stelle?

Non son io che penso
Son i miei occhi che
Guardano oltre
Dove è felice
Chi ascolta la voce
Nuova delle nuvole.

Lì si trova il coro
Che racchiude le nostre voci
Non ancora nate.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 20/10/2012 10:31
    Un bel poetare di altri tempi. Complimenti!
  • Rocco Michele LETTINI il 19/10/2012 17:04
    LIBERO PENSARE IN UN CORREDO ESEMPLARE PER LA SUA ACUTA VISIONE E PER L'ARMONIA DEL VERSO...
    "Non son io che penso
    Son i miei occhi che
    Guardano oltre"... IL MIO ELOGIO ROBERTO

1 commenti:

  • laura marchetti il 20/10/2012 08:27
    saper cogliere gli attimi ed i respiri...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0