accedi   |   crea nuovo account

Quello che

Aspettavo, qualcosa che potesse succedere.
Io vivevo così. ed era vero.
Quello che ora tu sei,
poteva essere in ognuno, ma non bastava.
Poi... sognavo una persona rara. singola, unica
che mi facesse vivere. Non ero consapevole
di quel che avevo ricevuto, trovato.
Però... qualcosa sentivo, in me.
I segni c'erano. e cominciavo a vederli,
nuove sensazioni erano in me, avevo voglia di fare,
volevo urlare a qualcuno.
Non ero più chiusa. come in una campana.
Miracolo, altro non saprei dire ora.
Vivo... altro non posso dire.

 

4
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 20/10/2012 14:57
    HO SCORSO UN ENCOMIABILE MISTERO D'AMORE... SUBLIME LE RIFLESSIONIO DI CHIUSA... IL MIO ELOGIO SARA...

2 commenti:

  • laura marchetti il 20/10/2012 08:00
    e ti par poco?... bellissima poesia
  • Anonimo il 20/10/2012 07:52
    Sono i miracoli dell'amore, anima della vita. Li hai descritti in modo meraviglioso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0