PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il sogno

Eccomi, sono qui,
sospesa su un curvo ramo
e gli occhi pieni di
un mare addormentato.

Un bisogno di morte
mi sovviene,
una coscienza di vita
mi accarenza.

E un languido oscillare
mi permette di sognare.

 

5
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/10/2012 11:29
    poesia pura! Nulla da aggiungere, nulla da togliere... anzi no, una sciocchezza: il primo verso mi ha fatto venire in mente una civetta, eheh

8 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 03/11/2012 08:06
    Bella poesia, guidata dalla forza di un sogno.
  • tylith il 26/10/2012 13:00
    Bellissimo componimento che ci tormenta e poi ci accarezza l'anima permettendole di rinascere continuamente abbeverandosi alla fonte dei sogni. Componimento che unisce la semplicità delle immagini evocate alla profondità del senso della vita. Davvero davvero bellissimo!
  • Simone il 23/10/2012 08:53
    Urla dolore un calzino scompagnato
    indosserò due calzini diversi
    per ritrovare un attimo almeno
    di gorgogliante felicità.

    Poesia molto bella complimenti.
  • augusta il 22/10/2012 14:20
    un bisogno di morte mi sovviene... luana carissima... mi piace...
  • stella luce il 22/10/2012 13:37
    il sogno tra la vita e la morte... si ci sente ocsì come appesi a rami ricurvi ma con ancora tanti sogni da fare... versi molto malinconici
  • Elisabetta Fabrini il 22/10/2012 12:53
    Un'altalena tra sogno e realtà... molto bella Luana!
  • Anonimo il 22/10/2012 12:49
    ... Non solo a te, per giustizia, dedico questo mio commento, ma ai non pochi come te, presenti su questo bel sito.
  • Anonimo il 22/10/2012 12:44
    Mai oso fare recensioni... ma riconosco che i commenti suggeritimi da alcune poesie, per loro esclusivo merito, ne hanno il sapore. Così questa e tutte quelle che, a leggerle, mi fanno subito VEDERE e SENTIRE -mentre un profondo piacere mi accarezza l'anima- ciò di cui pittoricamente e musicalmente parlano.
    Da questo commento, così sentito, voglio proprio ricavare un aforisma che a te, fin da ora, dedico. GRAZIE.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0