accedi   |   crea nuovo account

Spettro amato

Come i sogni
la demenza spesso cresce senza
saperlo.

Un raggio di sole
colmava uno spazio vuoto.
L'abbaiare di un cane
avvertiva una mente vivace
di prepararsi al peggio
e tutto era chiaro e sicuro.
Ora la soffice neve
copre il ricordo di chi finge
di non conoscermi.

Il mio pensiero
non affidabile
sa che la follia
è una citazione che arde
con il lusso di lasciare indietro
quel che è impossibile.

E l'incantesimo ha ancora i suoi
angoli vivi
indimenticabili
quando la sera diventa meno sottile
E non è più così tremendo
nel grigio del tempo
l'incontro con uno spettro amato.

 

4
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 24/10/2012 08:50
    Un serto di lauro per questa tua straordinaria davvero!
  • Rocco Michele LETTINI il 22/10/2012 18:42
    SEMPRE NEL PUGNO TUTTO IL TUO TACCUINO SENTIMENTALE... MITICO NELLA RICERCA DELLE PAROLE... IL MIO ELOGIO ROBERTO... CIAO...

4 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 23/10/2012 14:20
    Mi piace tanto questa tua poesia Roberto, ti faccio i miei complimenti..
    Quanta tristezza però.
  • Anonimo il 22/10/2012 20:10
    Col tempo riaffiorano nostalgie anche delle cose più sofferte... molto bella!
  • loretta margherita citarei il 22/10/2012 19:26
    grazie x le tue poesie
  • Anonimo il 22/10/2012 19:08
    Certe esperienze non si dimenticano facilmente, anzi col tempo il loro ricordo può divenire meno pesante.
    Bellissima poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0