PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il capitalcomunista

C'era una volta
un politico italiano
di fede comunista
con un capitale
non scritto ma reale
davvero niente male.
Un dì qualunque
un povero cristiano
gli volle domandare
come potesse conciliare
fede e capitale.
- Guardi - rispose arguto
il capitalcomunista:
- Il mio rapporto con il capitale
è come quello dei cristiani
col peccato originale! -
Morale:(un poco amara)
Ognun si tenga stretto
il proprio capitale.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/10/2012 21:51
    L'HAI CHIUSA CON LA TUA FRANCHEZZA DI SEMPRE... BUONA NOTTE

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0