accedi   |   crea nuovo account

La prima neve

il gelido vento
ad accompagnar la pioggia
di ieri
è stato il suo biglietto da visita,

così che stamani
fra gli squarci di luce
a fendere la grigia coltre
di nubi, ecco lei, la prima
neve a rivelarsi
agli occhi stupiti della gente,

ad orlare con il suo candore
i violacei profili dei monti
mutandoli
in saggi vecchi
con la canuta barba.


Lunghi fili d melanconia
contro i miei occhi...
la prima neve non mi reca gioia...

Dopo trionfanti giorni di sole
dopo immensi azzurri cieli
dopo ghirlande di viole
e fiordalisi e rossi papaveri
improvviso mi si rivela
l'odioso inverno

e il mio cuore trema
perchè breve è il giorno
lunga è la notte
e piena di fantasmi...

 

5
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 30/10/2012 06:43
    La poesia è bellissima con un uso appropriato di metafore ed uno stile descrittivo che apprezzo tanto e da tempo. La chiusa mi sembra troppo sfiduciata. Dai!
  • Grazia Denaro il 29/10/2012 23:20
    Purtroppo l'inverno è la stagione dei disagi, ma ha anche lei delle belle attrattive, non dobbiamo pensare alle lunghe notti interminabili, dobbiamo cercare di fare sogni fantastici. una bella lirica che fa immedesimare il lettrore nei tuoi aulenti versi apprezzata Lor
  • Rocco Michele LETTINI il 29/10/2012 17:31
    La coltre bianca porta tristezza... mirabile la tua quartina di chiusa... un tessere d'incanto... IL MIO ELOGIO LORY

5 commenti:

  • Alessandro il 30/10/2012 00:29
    L'arrivo della prima neve, il gelido inverno alle porte. Le notti si fanno fredde, portatrici di angosce. Presagi di una stagione dura. Piaciutissima
  • denny red. il 29/10/2012 23:40
    Sarà che son nato in pieno inverno e.. pioggia freddo e neve li Amo, a parte questa mio amore, leggere le tue.. tue stagioni.. è sempre un piacere Lory! Molto Bella! Ciaooo..!!! Abbraccio..
  • Anonimo il 29/10/2012 22:06
    Fantasmi nudi e con le tette di fuori che ululano correndo appresso alla tramontana; così è l'inverno umbro e giù salsicce alla brace e spuntature da mangiare accompagnate con rosso di Montefalco.
    Bravissima amica mia!
  • stella luce il 29/10/2012 20:14
    la prima neve è arrivata anche qui nel mio paese, i tuoi versi li sento molto vicini... e la chiusa descrive uno stato d'animo che vivo...
  • roberto caterina il 29/10/2012 19:20
    Hai ragione la prima neve porta melanconia e poi nelle lunghe notti ci sono tanti fantasmi. Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0