PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Terra nuova

Fertili campi incolti
arati a nuovo
Nere le zolle si asciugano
al sole.
La terra chiede ancora d'esser
fecondata
E ancora mano d'uomo
sparge il seme
Alveari di cemento che
ostruivano i polmoni
Nastri d'asfalto per perdersi
nel vuoto non richiameranno
più le nostre menti
E noi angeli di terra perse
in fin le ali abiteremo
il mondo nuovo
Vedremo germogliare il grano
ed altri frutti
Si sazieranno umane
voglie.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/11/2012 13:14
    Molto bella nel contenuto poetico e nel valore dei messaggi trasmessi dall'autore con grande sensibilità, attenzione e rispetto, per una TERRA NUOVA da desiderare nell'anima ancor prima di costruirla e calpestarla durante il cammino. Un testo apprezzato per stesura e contenuto; davvero molto bello. Grazie per l'attenzione che dedichi alle mie liriche.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/11/2012 17:59
    QUANTO AMORE PER IL VITALE CAMMINO... IL MIO ELOGIO MICHLE... CIAO...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0